TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Fire di Kristin Cashore

venerdì 27 dicembre 2013

Recensione: Fire di Kristin Cashore

Titolo: Fire
Autore: Kristin Cashore
Serie: Trilogia Graceling, 2 (prequel di Graceling)
Edito da: DeA – DeAgostini
Pagine: 512 p.
Voto: 

Trama

La terra di Dell, oltre le montagne, è popolata da meravigliose creature chiamate mostri: hanno le sembianze di leoni di montagna, libellule, cavalli e pesci. A distinguerli è il colore sgargiante del loro manto e delle loro piume, e la capacità di controllare la mente degli uomini. Fire – un mostro racchiuso nel corpo di una diciassettenne – è l’ultima della sua specie: la sua bellezza è disarmante e le sue capacità telepatiche attirano su di lei l’odio e il disprezzo di chi le sta accanto. Ma non tutti subiscono il suo fascino: il principe Brigan non si lascia influenzare dalla sua vicinanza nemmeno quando le fa da scorta fino alla Città del Re, dov’è richiesto il suo aiuto per districare la fitta rete di complotti che sta minando la stabilità del regno.

Cosa ne penso …

beh se Graceling mi è piaciuto Fire l’ho adoratoooo… bellissimo dalla prima all’ultima pagina, mi piace lo stile, il mondo che ha creato la Cashore, i personaggi, in poche parole perfetto, come ho detto già in Graceling questa serie mi ha sbalordito, non mi aspettavo che fosse così matura e che toccasse temi cosi moderni o cosi adulti. Crea delle situazioni e delle vicende cosi originali che sembrano scontate, niente è come ti aspetti ma è tutto nella norma del mondo di Graceling, è semplicemente unico.
Fire è ambientato 50 anni prima di Graceling, ciò ci spiega molte cose lasciate in sospeso nell’altro libro, e Fire è l’ultimo mostro rimasto nel mondo di Dell, e come tale è emarginata per il suo aspetto e per i suoi poteri, infatti è una creatura che affascina e che sa soggiogare le menti, ma è fragile dentro e si sente sola, non è mai patetica o scontata e devo dire che mi è piaciuta molto di più della protagonista del libro precedente, perché anche se è un mostro è molto più umana di quel che sembra, combatte per la sua indipendenza e non si abbatte per i pregiudizi che le lanciano,vive sola e ha come compagnia soltanto i suoi vicini di casa che considea come una famiglia , infatti troviamo Arcere che è diciamo l’amante di Fire, ma in modo del tutto anticonvenzionale, è un personaggio veramente ben costruito, è sia amico che fratello, sia amante che don giovanni, innamorato di Fire ma sa quando lasciala sola, e ne combina una dietro l’altra , ed è anche il bello di questo libro, la semplicità di come accadono alcune scene, poi c’è  Brigan, che beh è il protagonista buono e giusto ma mai convenzionale, scusate odio ripetermi ma QUESTO LIBRO è TUTTO TRANNE CHE CONVENZIONELE, Brigan è leale e sa quando ci si può fidare di qualcuno, sa come affrontare qualsiasi situazione, è l’uomo della sopravvivenza non sbaglia mai sa come agire e quando, e questo è uno dei fattori che ti fa pensare che sia perfetto per questo libro. in conclusione Fire è un libro migliore di Graceling e vale la pena leggerlo perche facendolo vi troverete in un mondo che faticherete  ad abbandonare…. :D

Seven Kingdoms Trilogy:

2. Fire (prequel di Graceling)

Kristin Cashore


Kristin Cashore è nata a Boston e vive in Florida: dopo il master in letteratura per ragazzi, si è dedicata a tempo pieno alla scrittura. Graceling è il suo fortunato libro di esordio, uscito negli Stati Uniti da Harcourt nell’ottobre 2008 e in corso di traduzione in dodici lingue.

2 commenti:

  1. Fire è uno dei miei fantasy preferiti, mi è piaciuto molto più degli altri due e lo rileggo, di tanto in tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è meraviglioso è nella mia top 10 da non so quando un libro perfetto!!! peccato che l'autrice scriva pochi libri... ma come si dice pochi ma buoni!

      Elimina